Donna con un vestito giallo su un campo di lavanda

Lavare la viscosa: come mantenere la forma del vostro capo preferito

La sensazione della viscosa sulla pelle è gradevole. Questo prezioso materiale luccica come il velluto e va bene con quasi ogni tendenza della moda, sia per vestiti e pantaloni fluenti che per foulard ondeggianti o magliette dai colori vivaci. Ma come si lava la viscosa correttamente in modo che mantenga il suo brillo? Non è tanto semplice, perché questo materiale è sensibile.

Una breve introduzione ai materiali: perché la viscosa è così speciale?

Per capire come si lava correttamente la viscosa, è utile conoscerne le proprietà. La viscosa, detta anche seta artificiale, è un prodotto ermafrodita: metà naturale, metà tessuto chimico. La viscosa è fatta di cellulosa, la quale viene ulteriormente lavorata con un processo chimico.

Come lavare un tessuto di viscosa?

La viscosa è delicata, si sgualcisce facilmente e si restringe rapidamente. Perciò è importante scegliere la temperatura giusta e un detersivo adatto. Tuttavia, a volte non è necessario tenere conto di limitazioni quando si lava un tessuto di viscosa. Per esempio, quando il capo è realizzato con una combinazione di materiali.

  • Dato che la viscosa tende a restringersi, tollera solo temperature basse, fino a 40 °C. Questo è vero se si lava una maglietta di viscosa, ma è vero anche per qualsiasi altro capo.
  • Se non volete correre rischi, scegliete una temperatura più bassa e lavate la viscosa a 30 °C. In caso di dubbi date un'occhiata all'etichetta.
  • Per proteggere il materiale si raccomanda di non riempire il cestello del bucato per più di due terzi.
  • Cerniere, lustrini o strass possono sfregare causando macchie. È meglio lavare questi capi a parte.
  • A volte è consigliabile lavare la viscosa a freddo, ad esempio se si tratta di un foulard di viscosa. È meglio usare un detersivo che sia adatto anche alla lana. Per mantenere la forma e la leggerezza del vostro foulard ondeggiante, può essere utile farlo asciugare in posizione orizzontale e stirarlo a bassa temperatura e coperto da un panno.
  • La viscosa soffre se trattata in modo sbagliato. Se un capo si è ristretto, lavatelo di nuovo a 40 °C o immergetelo in acqua con uno shampoo delicato per bambini. Questo separerà le fibre e vi permetterà di fare loro riacquistare delicatamente la forma.
Etichetta di lavaggio nera per capo in viscosa
Con il trattamento giusto, i vostri capi di viscosa preferiti resteranno belli a lungo.

Evitate assolutamente l'asciugatrice

La struttura della viscosa fa sì che essa si sgualcisca molto facilmente, ed è per questo che i capi realizzati con questo materiale non sono adatti all'asciugatrice. È meglio appenderli a una gruccia all'aria fresca. Non mettete mai il tessuto su un calorifero: le temperature elevate possono farlo restringere. Per far tornare la viscosa bella e liscia dopo il lavaggio, iniziate a stirarla prima che il tessuto sia completamente asciutto. Stirate con il secondo livello collocando il tessuto sotto un panno umido. Anche un ferro da stiro a vapore risulta appropriato.

Perché la mia maglietta si è ristretta?

Magari vi è già capitato di lavare il vostro capo di viscosa per la prima volta e di tirarlo fuori dalla lavatrice in strane condizioni. Al tatto, il tessuto era rigido quasi come un pezzo di cartone. Non vi preoccupate: non c'è bisogno di sottoporre il capo a un nuovo ciclo. Forse avrete notato che, asciugandosi, il tessuto diventa di nuovo morbido e, dopo averlo stirato, riacquista la trama originale.

Quali detersivi sono adatti alla viscosa?

Assicuratevi che il detersivo funzioni anche a basse temperature, in modo che i vostri vestiti di viscosa si puliscano veramente. Un detersivo delicato è adatto alle fibre delicate. Sarebbe meglio scegliere un detersivo liquido come Lana & Delicati di Perlana, che mantiene l'intensità dei colori.

Si può lavare la viscosa a 60 °C?

Dipende dal tipo di viscosa. Il modal, ad esempio, è costituito esclusivamente da fibre di faggio ed è filato diversamente. Il vantaggio di questo tessuto è che si asciuga più velocemente ed è resistente al calore. Perciò la biancheria da tavola, la biancheria per la casa e le lenzuola sono fatte spesso di modal, che può essere persino fatto bollire. Lo stesso vale per il lyocell, che si ottiene dal legno degli alberi di eucalipto ed è molto usato per i vestiti estivi e la biancheria intima.