Perlana Perlana

Interpretare gli schemi

 

Come leggere correttamente gli schemi di maglia.

 

Interpretare gli schemi
Leggere uno schema per maglia può essere difficile all’inizio, ma una volta che siete in grado di decodificarlo, potrete seguire le istruzioni con fiducia.

Quali sono le misure?
Le taglie vengono mostrate in sequenza, sotto forma di griglia o con le taglie più grandi tra parentesi. Poiché le proporzioni variano molto da un modello all’altro, confrontate prima la misura del torace e del seno con quella del vostro corpo, quindi controllate la lunghezza e le maniche. Alcuni capi sono progettati per vestire in modo aderente, mentre altri sono molto larghi. Scegliete il tipo di vestibilità che preferite.

Che cosa dovete comprare?
Comprare il tipo di filato specificato è importante. Un altro filato, per quanto simile, potrebbe non comportarsi allo stesso modo e potrebbe variare anche la quantità richiesta. Assicuratevi di avere comprato abbastanza filo e controllate di possedere anche il resto dell’occorrente elencato, come un eventuale ferro ausiliario.

Controllare il campione
Il campione viene indicato con un numero di maglie e righe (alcuni usano le parole “punti” e “ferri” con lo stesso significato), solitamente in 10 cm, lavorando al punto di maglia indicato con i ferri della misura consigliata. La misura dei ferri è solo indicativa: potrebbe essere necessario usare ferri diversi per ottenere il campione descritto nelle istruzioni.

 

Comprendere le abbreviazioni
Quando avrete acquisito dimestichezza con le abbreviazioni, orientatevi con le istruzioni sarà più semplice e veloce. Alcune abbreviazioni utilizzano semplicemente la prima lettera della parola, per esempio “m” per “maglia”. Altre usano il primo gruppo di lettere, come “rip” per “ripetere”.

A volte sono intere espressioni ad essere abbreviate, per esempio “2 m ins a rov” vuol dire “2 maglie insieme a rovescio”. Non tutte le istruzioni per maglia utilizzano la stessa terminologia, e dunque le stesse abbreviazioni. Per esempio, alcuni usano la parola “punto” anziché “maglia”, e indicheranno “p” al posto di “m”. Dunque leggete sempre l’elenco delle abbreviazioni ogni volta che seguite delle istruzioni nuove.

 

Comprendere le ripetizioni
Il lavoro a maglia utilizza molto le ripetizioni. Le successioni di maglie si ripetono orizzontalmente lungo una riga e verticalmente, un ferro dopo l’altro. Questa moltiplicazione può essere espressa in uno schema oppure spiegata a parole. Per racchiudere le istruzioni da ripetere, a volte sono usate le parentesi tonde o quadre.

Spesso la ripetizione è indicata da asterischi. Per esempio “rip da * a *” significa ripetere l’istruzione contenuta tra gli asterischi un dato numero di volte. Quando le stesse istruzioni si riferiscono a due parti dello stesso capo, si utilizza un gruppo di asterischi per indicare quali sezioni sono uguali e quali cambiano.

 

Leggere gli schemi
Gli schemi sono la spiegazione visuale della lavorazione di maglie e righe. Sono un modo molto efficiente per controllare a che punto si è arrivati nella ripetizione o per confrontare una ripetizione con un’altra. Ogni quadratino rappresenta una maglia. Una legenda spiegherà i colori e i simboli.

Gli schemi sono sempre numerati dal basso verso l’alto, perché tale dritto o sul lato rovescio. Le file su lato dritto si leggono da destra a sinistra, quelle su lato rovescio si leggono da sinistra a destra. Il multiplo delle ripetizioni del disegno è indicato a volte sotto lo schema, mentre le aree ombreggiate o punteggiate indicano delle maglie aggiuntive o finali.

 

Capire gli schemi
Ogni maglia e ogni ferro sono rappresentati come si trovano sul lato diritto del lavoro. Un quadratino vuoto rappresenta la maglia diritta sul lato diritto e la maglia rovescia sul lato rovescio, come per realizzare la maglia rasata. Un puntino indica la maglia rovescia sul lato diritto e la maglia diritta sul lato rovescio, come per realizzare la maglia rasata rovescia.

Alcuni simboli rappresentano più di una maglia, ad esempio una diminuzione. Quando il conteggio delle maglie varia all’interno di un motivo, delle aree nere sostituiscono le maglie mancanti. Non tutti i tipi di schema utilizzano gli stessi simboli, perciò sempre meglio consultare la legenda.

Schemi par maglia jacquard
Il jacquard è quasi sempre lavorato a maglia rasata, dunque ogni ferro sul dritto è a maglia dritta e ogni ferro sul rovescio è a maglia rovescia, e i quadratini dello schema indicano i colori da usare. Lo schema può essere a colori oppure usare un simbolo per ogni colore. Se vengono usati dei punti particolari, saranno indicati con dei simboli e spiegati nella legenda.